un'idea, un concetto, un'idea finché resta un'idea è soltanto un'astrazione.

se potessi mangiare un' idea avrei fatto già la mia rivoluzione...

(Giorgio Gaber - 1974)

 

chi ha idee desidera solo condividerle, diffonderle, regalarle.

chi non le ha desidera solo rivendicarne la paternità.

(od - 2007)

 

... la cultura è un'esperienza umana difficile da definire,

ma noi la riconosciamo come la totalità dei modi con i quali gli uomini creano progetti per vivere.

E' un processo di comunicazione tra gli uomini; essa è l'essenza dell'essere umano.

La cultura è tutto ciò che mette in grado l'uomo di essere operativo e attivo nel suo mondo,

e di usare tutte le forme di espressione sempre più liberamente

per stabilire comunicazione tra gli uomini...'

                                                                                                  UNESCO luglio 1968 -Diritti culturali e diritti umani

NUTRIRSI DI CULTURA

 

 

comunicare abrigliasciolta o dell'arte di una vita

una sorta di gioco filosofico per affrontare un viaggio artistico come la vita

ombretta diaferia nasce nel ventesimo secolo, sotto gli effetti del boom economico che ha cresciuto la generazione dell'immagine, a cui

è assoggettata da oltre quarant'anni. vi ha reagito scientemente negli anni più distruttivi di questo globo terracqueo in cui l'individuo

dimenticava se stesso per non perdere il benessere acquisito.

seguendo gli studi di Amartya Sen si avvicina al concetto di attivazione delle capacità fondamentali dell'uomo,

 lo mutua in una professione che attraversa  comunicazione e immagine, e approda al concetto culturale che mette in grado di essere nel mondo.

copywriter dagli anni ottanta, mette la propria scrittura al servizio del sociale con l'intento primario di creare comunicazione tra gli uomini

divenendo firma giornalistica, regista e sceneggiatrice, direttore creativo, artistico e, infine, editore.

oltre a donna per scelta.

 

la professione le consente nell'arco di un ventennio di lavorare con l'essere umano attraverso il pensiero attivo,

forte dell'esperienza trentennale in comunicazione, informazione, sociologia e cultura.

incontrarsi tra letture e culture

 

dopo anni di lavoro in pubblicità, cinema, arte e cultura, nel 2004 non riesce più a frenare la sua attività creativa e fonda un punto di incontro pubblico.

lo battezza abrigliasciolta e lancia con il socio d'affari e d'affetti Alessandro Gianni un gioco culturale volto a promuovere

il pensiero attivo al di là di ogni condizionamento.

sceglie come sede la residenza storica del primo governatore della città di Varese, casa Perabò, e lo trasforma in incubator di talenti.

"spaccio di libri di qualità" e performance culturali abrigliasciolta portano ovviamente al progetto editoriale  di percorsi segnali ed edizioni del pensiero itinerante.

il punto di incontro tra letture e culture oggi è reperibile all'indirizzo www.abrigliasciolta.it.

diffondere poesia in azione

 

l'esperienza nell'intessere le arti per creare comunicazione tra gli uomini fa "scontrare" ombretta diaferia con la realtà della poesia contemporanea.

rifiutando cenacoli ristretti e volti a trasformare la forma in versi in vezzo ed esibizione, che glorificano il poeta, si inventa un nuovo progetto, dove

la poesia diventa azione reale, irrompe nella vita quotidiana di ognuno di noi. lancia in recital itineranti e corali tutte le voci nuove che incontra con

carovana dei versi abrigliasciolta,

un progetto che gode del sostegno dell'UNESCO, in occasione della giornata mondiale della poesia, il 21 marzo, primo giorno di primavera, sin dal 1999.

Ogni edizione attraversa luoghi di pena e di divertimento, di cultura e di studio semplicemente con la parola performata ed inedita.

Considerando la poesia la forma più elevata di letteratura e sulla scia delle esperienze arcadiche, idea ed organizza cicli di incontri con la poesia edita dove il pubblico

può  incontrare nel confronto, al di là delle impostazioni accademiche, editori, poeti, organizzazioni, manifestazioni ed operatori della poesia contemporanea italiana.

nasce versi di primavera abrigliasciolta, che propone un dialogo diretto ed in azione per dieci ricchissime edizioni.

per l'unidcesima edizione, prevista tra marzo ed aprile 2015, sono già aperte le selezioni per gli inediti dei poeti e le adesioni per gli editori.

il punto d'incontro per la poesia www.carovanadeiversi.it raccoglie le adesioni.

performare poesia in azione

nel marzo del 2007, dopo aver coinvolto centinaia di poeti o aspiranti tali nella carovana dei versi,

fonda una compagnia stabile di studio e diffusione della poesia in azione, banda diversi abrigliasciolta, di cui resta

direttore artistico e regista ed a cui aderiscono i più significativi rappresentanti di carovana dei versi.

oltre allo studio della poesia in forma attiva e attivante, la compagnia si misura con la composizione in versi,

individuale e collettiva, ed innovativamente nella performazione corale di recital a tema.

agire quotidianamente

 

"sono nel mondo probabilmente per una fortunata casualità. e proprio per questo voglio approfittare del viaggio che mi hanno regalato.

amo il prossimo mio, di cui sono fatta, nei pensieri e nelle azioni.

sono convinta che la cultura sia l'unico strumento atto a promuovere l'evoluzione dell'uomo ed a porlo al centro del mondo in cui vive.

non accetto, quindi, la superficialità in cui ci crescono, la competizione finalizzata al superamento dell'ego e soprattutto i soprusi perpetrati

dagli esseri più deboli solo per rivendicare un potere che in altra maniera non riuscirebbero ad ottenere.

non mi occupo di politica, perché ritengo che nessun uomo debba essere gestito e manipolato.

ma sono un essere politico, perché agisco civilmente e quotidianamente per migliorare la mia vita e quella del prossimo mio,

nel rispetto totale del globo terracqueo che ci ospita.

per questo ho dato vita a drizza le antenne, un comitato che persegue la sensibilizzazione dei cittadini

sulle questioni legate all'elettrosmog, all'ambiente che ci accoglie ed all'informazione di temi umanamente naturali.

 

non riconosco nelle formazioni di potere oggi al governo alcun segnale di gestione della res pubblica, quindi,

non mi riconosco in alcun etichetta finora promossa da destra e di sinistra.

questi sono concetti, che relativizzo esclusivamente alla mia incapacità di associare i termini con gli orientamenti.

 

mai seguire l'indicazione a destra, quando dico destra: è sempre necessario tenere d'occhio quale indica.

e quella sinistra l'ho donata al mio compagno di vita. "

 

ombretta diaferia abrigliasciolta  1987 - 2017

ogni riproduzione deve essere preventivamente autorizzata dagli autori di testi,  immagini, fotografie e loghi,

tutelati dalle vigenti normative europee sulla proprietà intellettuale